Coding - Area Insegnanti

Vai ai contenuti

Menu principale:

Coding

PNSD
Dal 15 al 23 ottobre 2016 si svolge la settimana europea della programmazione, Europe Code Week, arrivata alla quarta edizione. Nel corso della settimana si svolgeranno migliaia di eventi in ogni parte d'Europa per offrire a giovani e giovanissimi l'opportunita' di iniziare a programmare! Non si trattera' di semplici seminari, ma di vere e proprie esperienze di programmazione, che consentiranno anche ai piu' piccoli di divertirsi in modo costruttivo vedendo le proprie idee prendere forma. I materiali e i metodi sperimentati nel corso del CodeWeek resteranno a disposizione di chiunque voglia utilizzarli ed estenderli.  
La programmazione e' il linguaggio delle cose. Gli oggetti che chiamiamo smart contengono un microprocessore che aspetta solo di essere programmato. Programmare e' il modo piu' semplice per realizzare le nostre idee e il pensiero computazionale stimola la creativita' e ci aiuta ad affrontare e risolvere problemi di ogni tipo.  
L'Italia partecipa da protagonista a Europe Code Week. Dopo la straordinaria partecipazione italiana all'edizione 2014, all'Italia è stato affidato il coordinamento generale dell'iniziativa europea. Organizzeremo eventi a livello locale e nazionale, coordineremo eventi internazionali e lanceremo importanti iniziative istituzionali per la Scuola e per i ragazzi. La mappa interattiva degli eventi in programma è disponibile online e viene continuamente arricchita. Molti degli eventi verranno resi disponibili online in diretta per permettere la partecipazione di scuole e gruppi di ragazzi collegati da altre sedi.  
IL Circolo Didattico Di Magione parteciperà attivamente a tale evento coinvolgendo sia classi della scuola dell'Infanzia che della scuola Primaria. 
Verranno svolte attività di coding per l'approccio al pensiero computazionale.
Alcune risorse per un primo approccio al coding:

 Scratch Scratch rappresenta il miglior ambiente oggi in circolazione per insegnare ai bambini a programmare, o meglio ancora, per lo sviluppo del computational thinking (pensiero computazionale).
Code.org
Lanciato nel 2013, Code.org® è un non-profit dedicata ad ampliare l'accesso alla scienza informatica, e di aumentare la partecipazione delle donne e degli studenti sottorappresentati di colore. La nostra visione è che ogni studente in ogni scuola dovrebbe avere la possibilità di imparare l'informatica. Crediamo che l'informatica dovrebbe essere parte del curriculum di base, insieme ad altri corsi come la biologia, la chimica o l'algebra.
Programma il Futuro
Il MIUR, in collaborazione con il CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica, ha avviato il progetto Programma il Futuro (che fa parte del programma #labuonascuola) con l’obiettivo di fornire alle scuole una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare gli studenti ai concetti di base dell'informatica. Leggi la circolare MIUR.
Partendo da un’esperienza di successo avviata negli USA che ha visto nel 2013 la partecipazione di circa 40 milioni di studenti e insegnanti di tutto il mondo, l’Italia è uno dei primi Paesi al mondo a sperimentare l’introduzione strutturale nelle scuole dei concetti di base dell’informatica attraverso la programmazione (coding ), usando strumenti di facile utilizzo e che non richiedono un’abilità avanzata nell’uso del computer.
Corso on-line sul Coding 
per Insegnanti 



Corso
Corso sul coding dell'Università di Urbino.


Obiettivi didattici
Introdurre in modo intuitivo e ludico i concetti base della programmazione per sviluppare il pensiero computazionale. In particolare, il corso introdurrà i seguenti concetti:
  • oggetti programmabili
  • algoritmo
  • programmazione visuale a blocchi
  • esecuzione di sequenze di istruzioni elementari
  • esecuzione ripetuta di istruzioni
  • esecuzione condizionata di istruzioni
  • definizione e uso di procedure
  • definizione e uso di variabili e parametri
  • verifica e correzione del codice
  • riuso del codice
  • programma

Risultati
Al termine del corso gli insegnanti e i loro alunni avranno acquisito in modo pratico e diretto gli elementi base del pensiero computazionale e saranno in grado di applicarlo agli ambiti disciplinari di loro interesse.
La frequenza del corso e il superamento delle prove in itinere saranno certificati.
Il corso servirà inoltre a mostrare quanto sia facile portare il pensiero computazionale in classe. Questa consapevolezza, acquisita da insegnanti e alunni, merita di essere citata tra i risultati.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu